Siete qui: Homepage / Leader / Normativa Leader

  • Leader
  • Normativa
  • GAL
  • PSL

L’approccio LEADER nel Programma Sviluppo Rurale del Lazio 2007/2013

 

Cos’è il Leader

LEADER è l’acronimo di Liaison Entre Actions de Dèveloppement de l`Economiè Rurale (collegamento tra le azioni di sviluppo dell'economia rurale).
Nato nel 1989, è stato realizzato come Programma di Iniziativa Comunitaria nei periodi 1989-1993 (Leader I), 1994-1999 (Leader II) e 2000-2006 (Leader +).
Oggi trova attuazione nell’Asse IV del Programma di Sviluppo Rurale del Lazio per il periodo 2007-2013.

Gli obiettivi specifici dell’Asse IV sono:
  • il rafforzamento della capacità progettuali e di gestione dei partenariati locali;
  • la valorizzazione delle risorse endogene dei territori rurali tramite il miglioramento della partecipazione e della cooperazione locale alla definizione delle politiche di sviluppo.
 

Requisiti minimi comunitari dell’approccio Leader

Lo sviluppo dell’approccio Leader è caratterizzato dai seguenti elementi:
  • progettazione e implementazione di strategie di sviluppo locale destinate a territori rurali ben definiti di livello sub-regionale;
  • presenza di partenariati locali di carattere pubblico-privato (Gruppi di Azione Locale - GAL);
  • approccio dal basso verso l’alto con Gruppi di Azione Locale aventi potere decisionale in materia di elaborazione e attuazione delle strategie di sviluppo locale;
  • carattere multisettoriale della strategia, basata sull’interazione tra operatori e progetti di settori diversi dell’economia locale;
  • collegamento in rete con altri partenariati locali;
  • implementazione approcci innovativi e sviluppo di progetti di cooperazione.
 

L’Approccio Leader

L'Asse IV "Leader" del Programma di Sviluppo Rurale 2007 – 2013 del Lazio promuove l’elaborazione di strategie di sviluppo locale mediante Piani di Sviluppo Locali (PSL) progettati e attuati da Gruppi di Azione Locale (GAL).

Le strategie di sviluppo elaborate nei singoli Piani di Sviluppo Locale devono avere necessariamente un carattere multisettoriale, ossia si connotano per l’integrazione fra soggetti di natura diversa (pubblica e privata) rappresentativi del territorio e fra settori economici differenti, facendo ricorso ad un approccio fortemente innovativo.
 (leggi altro)


Referenti

Cristiana Storti Tel. 06.51688213 f. 06.5168 cstorti@regione.lazio.it 
Leonardo Sallusti Tel. 06.51688593 f. 06.5168 l.sallusti@regione.lazio.it 
Tarcisio Tullio Tel. 06.51688059 f. 06.5168 ttullio@regione.lazio.it


Normativa Leader

L'Asse IV – Leader del Programma di Sviluppo Rurale 2007 – 2013 del Lazio promuove l’elaborazione di strategie di sviluppo locale mediante la realizzazione di Piani di Sviluppo Locale (PSL) progettati e attuati da Gruppi di Azione Locale (GAL).

Le strategie di sviluppo elaborate sono  destinate a territori rurali ben definiti, devono avere necessariamente carattere multisettoriale (settori economici differenti) e sono basate sull’approccio bottom-up, si connotano inoltre per l’integrazione fra soggetti di natura diversa (pubblica e privata), privilegiando iniziative fortemente innovative.


I Piani di Sviluppo Locale (PSL) mirano quindi sviluppare i territori rurali, partendo dalle caratteristiche e dalle potenzialità proprie degli stessi favorendo lo sviluppo di partnership locali, al fine di attivare processi di partecipazione allo sviluppo delle risorse locali.

Di seguito si riportano i principali atti e documenti concernenti l'Asse IV


Documentazione

 

Castelli Romani e Monti Prenestini


file allegato

In Teverina


file allegato

Versante Laziale Parco Nazionale d'Abruzzo d'Abruzzo


file allegato

Ernici Simbruini


file allegato

Etrusco Cimino


file allegato

Tuscia Romana


file allegato

Terre Pontine


file allegato
 

Castelli Romani e Monti Prenestini


file allegato

In Teverina


file allegato

Versante Laziale Parco Nazionale d'Abruzzo


file allegato

Ernici Simbruini


file allegato

Etrusco Cimino


file allegato

Tuscia Romana


file allegato

Terre Pontine


file allegato