primo piano

Bactrocera dorsalis, depone le uova inserendo il suo ovopositore in un frutto. Foto di Scott Bauer, Wikicommons La mosca orientale della frutta è arrivata in Italia: trovati sette esemplari in Campania

È uno degli insetti più pericolosi al mondo per l’agricoltura e soprattutto per la frutticoltura. Bactrocera dorsalis, meglio nota come la mosca orientale della frutta, è arrivata in Italia. I sette esemplari maschi catturati con trappole a Palma Campania e Nocera Inferiore, rispettivamente in provincia di Napoli e Salerno, sono i primi in assoluto in tutta Europa.

 

Archivio primo piano


news

Allerta Virus della rugosità bruna dei frutti di pomodoro - ToBRFV

02/05/19 - Organismo molto dannoso, non rientra tra gli organismi da quarantena ma in funzione della diffusione che potrà avere nelle aree orticole ed industriali di coltivazione del pomodoro, potrebbe divenire a breve ubna severa emerganza fitosanitaria, Al momento è inserito nella lista di allerta della EPPO.

Per saperne di più


PETUNIE GENETICAMENTE MODIFICATE NON AUTORIZZATE

15/04/19 - Petunie geneticamente modificate nel colore del fiore sono state rilevate nella rete commerciale dell’Unione europea e in quella italiana. Queste petunie, di cui si allega l’elenco, non possono essere commercializzate nell’Unione europea ed anche in Italia, in quanto non dispongono dell’autorizzazione all’immissione in commercio ai sensi della direttiva 2001/18/CE.

Le varietà commerciali di petunia modificate, non autorizzate all’immissione in commercio, sono elencate in allegato alla nota di aggiornamento emanata dal Ministero dell'Ambiente


Seminari tecnici su Cimice asiatica (Halyomorpha halys) e Coleottero scarabeide del Giappone (Popillia japonica)

11/02/19 - Si tratta di due organismi nocivi molto dannosi ai vegetali in generale e alle produzioni agricole. Già presenti in Italia, devono essere oggetto di attenta sorveglianza nel territorio laziale, al fine di poter attivare tempestivamente le relative misure di contrasto. Per tale motivo il SFR Lzio, in collaborazione con il CREA-DC (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria - Difesa e Certificazione) e il MiPAAFT (Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali e del turismo), ha organizzato due seminari aperti a coloro che, in possesso di profilo tecnico (Agronomi e Forestali, Periti agrari e Agrotecnici)  possano collaborare alla creazione di una rete di sorveglianza basata fondamentalmente sull'osservazione di segnali di presenza, sintomi di danno, riconoscimento dell'organismo nocivo e, quindi, puntuale segnalazione al SFR Lazio competente in materia per il territorio del Lazio. L'invito è aperto anche a tecnici operanti in altre regioni.

Gli appuntamenti sono stati fissati nei giorni:

26/02/2019 a Roma presso la sede del CREA DC Via Carlo Giuseppe Bertero, 22 locandina

27/02/2019 a Caprarola (VT) sala riunioni Azienda Dimostrativa ARSIAL Via Cassia Cimina, km 16,00 locandina

 


Archivio news