primo piano

USO SOSTENIBILE DEI PRODOTTI FITOSANITARI

LA REGIONE LAZIO, IN APPLICAZIONE DEL PIANO DI AZIONE NAZIONALE (PAN) PER L'USO SOSTENIBILE DEI PRODOTTI FITOSANITARI HA AVVIATO I SERVIZI E LE RELATIVE PROCEDURE IN RELAZIONE ALLE SOTTO ELENCATE AZIONI:


Rilascio dell'abilitazione all'acquisto e all'utilizzo dei prodotti fitosanitarie dell'abilitazione all'attività di consulenza

Controlli funzionali delle attrezzature per uso professionale, utilizzate sia in ambito agricolo che extra agricolo per l'irrorazione dei prodotti fitosanitari

Opuscolo informativo / esplicativo sugli adempimenti relativi ai controlli funzionali delle macchine irroratrici per uso professionale

Archivio primo piano


news

Approvata dalla Giunta Regionale del Lazio la DGR che modifica la "Disciplina per il rilascio ed il rinnovo del certificato di abilitazione all'acquisto e all'utilizzo dei prodotti fitosanitari e alla consulenza, ai sensi del D.lgs. n. 150/2012"

15/11/15 - La nuova Disciplina per il rilascio ed il rinnovo del certificato di abilitazione all'acquisto e all'utilizzo dei prodotti fitosanitari approvata con DGR 628 del 13/11/2015, semplifica le procedure del sistema di formazione di cui all'azione A1 del PAN, introduce una nuova modulistica e prevede un regime di esonero dai corsi e dagli esami per il rilascio delle abilitazioni ai consulenti


Pubblicato nuovo Decreto del MiPAAF su Xylella fastidiosa

30/06/15 - Con il Decreto del MiPAAF del 19/06/2015 sono state riformulate le "Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione di Xylella fastidiosa (Well e Raju) nel territorio della Repubblica italiana."


Nuove disposizioni comunitarie e nazionali per Xylella fastidiosa - Attenzioni particolari per gli importatori, produttori e commercianti di piante sensibili alla malattia.

28/05/15 - Con la Decisione di esecuzione n. 2015/789/UE del 18 maggio 2015, relativa alle misure per impedire l'introduzione e la diffusione nell'Unione della Xylella fastidiosa, la Commissione ha stabilito nuove norme riguardanti il parassita e abroga la precedente Decisione n. 2014/497/UE.

La normativa individua due particolari scenari di rischio per l'introduzione e la diffusione del batterio: l'importazione di vegetali sensibili e lo spostamento degli stessi da aree europee delimitate per le presenza dell'agente infettivo (l'intera provincia di Lecce come zona infetta e parte delle provincie di Taranto e Brindisi come area cuscinetto).

Con il Decreto del MiPAAF del 19/06/2015 sono state riformulate le "Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione di Xylella fastidiosa (Well e Raju) nel territorio della Repubblica italiana."


Archivio news