Siete qui: Homepage / ORGANISMI NOCIVI NON DA QUARANTENA / Processionaria del pino - Traumatocampa pityocampa (*)

Processionaria del pino - Traumatocampa pityocampa (*)

processianaria

La processionaria del pino è un organismo nocivo storicamente infeudato nell'areale di diffusione di vegetali del genere Pinus ed altre specie dell'ordine delle Coniferales. Da decenni è oggetto di provvedimenti di "lotta obbligatoria" anche perchè i rischi connessi alla sua presenza non sono solo di ordine fitosanitario. Notoriamente questo lepidottero è in grado di pregiudicare la salute pubblica a causa dei peli urticanti che rivestono il corpo delle larve che, in forma aggregata nella classica processione, fuoriescono dai nidi a fine inverno.

Di rado le infestazioni da Processionaria possono compromettere la sopravvivenza della pianta ospite, nonostante gli alberi defogliati a seguito degli attacchi risultino indeboliti e più sensibili all'attacco di altri insetti parassiti, quali i coleotteri scolitidi.

Il Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 disciplina la lotta obbligatoria al fitofago nocivo, attribuendo competenze di intervento al Servizio fitosanitario solo nei casi in cui la presenza dell'insetto dovesse minacciare la produzione o la sopravvivenza del popolamento arboreo. La normativa disgiunge quindi l'aspetto fitosanitario da quello invece legato alla prevenzione dei rischi sanitari per la salute delle persone o degli animali. In questi casi le competenze sono attribuite alle autorità sanitarie locali competenti per territorio, i sindaci dei comuni. Nel caso di infestazioni di alberature cittadine, in parchi e giardini pubblici e privati è compito delle amministrazioni comunali di garantire interventi di profilassi secondo le modalità stabilite dal Servizio fitosanitario competente per territorio.

MATERIALE DIVULGATIVO

NORMATIVA E ATTI AMMINISTRATIVI DI RIFERIMENTO

  • DM 30 ottobre 2007  Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la processionaria del pino Traumatocampa (Thaumetopoea) pityocampa